Cerca

Competenze non cognitive per la regolazione emotiva

Presentazione

Allenare le competenze non cognitive per approcciare meglio la realtà e intuire le richieste dell’ambiente esterno.

Il Master di I livello in Competenze non cognitive per la regolazione emotiva, si pone questo importante obiettivo su tutti, rivolgendosi in particolare a Insegnanti, Educatori, Psicologi e Professionisti coinvolti a vario titolo in attività di formazione.

Un percorso, in collaborazione con MI.CRO PSYCHOLOGY, che corre sui due binari della psicologia e dell’istruzione, considerando l’importanza di sviluppare le abilità non-cognitive nei percorsi delle scuole di ogni ordine e grado, per prevenire abbandono e dispersione scolastica e nel contempo incrementare autostima, senso di autoefficacia, collaborazione tra pari.

In ambito puramente psicologico fondamentale, invece, l’obiettivo di saper sviluppare la capacità personale di regolare le emozioni, modulandole in maniera strategica rispetto all’obiettivo che ci si propone.

In questo senso, di recente Camera dei Deputati ha approvato quasi all’unanimità la proposta di legge n.2372 per “l’introduzione sperimentale delle competenze non cognitive nel metodo didattico”.

Secondo gli studi condotti dall’OMS, proprio dalle competenze non cognitive, denominate anche “life skills” dipendono non solo il successo lavorativo in età adulta, ma anche e soprattutto la conquista dell’equilibrio e della maturità, indirizzando le persone verso un percorso di autoconsapevolezza e di responsabilità.

Obiettivi

Il master si propone di fornire tutte le conoscenze teoriche e pratiche su ciascuna delle competenze non cognitive, (o skill) al fine di comprendere cosa sono, come si evolvono nel ciclo di vita e come possono essere allenate e potenziate, sia a livello individuale che nei contesti educativi, favorendo il benessere che deriva dai processi autoregolativi.

Da una comunicazione efficace alla musicoterapia. Dal benessere organizzativo alla scrittura come strumento espressivo e comunicativo passando dalla didattica inclusiva al protocollo MBSR per la gestione dello stress. Un modulo dedicato anche al formatore nei contesti scolastici tra resilienza e Life Skills e sull’educazione alla prosocialità.

L’obiettivo è quello di preparare gli studenti a:

Valutare le abilità personali dei singoli allievi in termini di punti di forza e di debolezza – e il quadro complessivo dell’intero gruppo classe.
Progettare e programmare interventi educativi individuali e di gruppo per il potenziamento e lo sviluppo delle competenze non cognitive, a breve e lungo termine.
Disporre di strumenti educativi concreti da integrare con la didattica tradizionale e con la didattica inclusiva.
Gestire alcuni comportamenti problematici e le dinamiche disfunzionali del gruppo.

Programma

Il programma didattico del master in Competenze non cognitive per la regolazione emotiva si articola nei seguenti moduli:
Modulo 1 Comunicazione efficace
Modulo 2 Benessere organizzativo e richi comportamentali
Modulo 3 Attenzione, consapevolezza e regolazione emotiva
Modulo 4 Il formatore nei contesti scolastici tra resilienza e Life Skills
Modulo 5 Musicoterapia, integrazione e propedeutica musicale
Modulo 6 La scrittura come strumento espressivo e comunicativo
Modulo 7 Didattica inclusiva
Modulo 8 Educare alla prosocialità
Modulo 9 Attività in modalità sincrone

Hai bisogno di informazioni?

Compila il form e verrai ricontattato dalla nostra segreteria studenti.